Torna anche quest’anno CityHack

Pubblicato il Pubblicato in Eventi & News

Torna anche quest’anno CityHack, l’hackathon rivolto agli studenti delle scuole superiori della Provincia di Rimini per immaginare la città del futuro: siamo alla ricerca di soluzioni che rendano Rimini attrattiva, sostenibile, prospera e inclusiva!

Questa edizione di CityHack rappresenta un’importante occasione per conoscere l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e sui 17 Sustainable Development Goals (SDGs) in essa inglobati.

Studenti, mentor e facilitatori approfondiranno insieme le potenzialità e benefici di un approccio resiliente, sia esso applicato al contesto scolastico, al mondo del lavoro o alla sfera privata

COS’E’ L’HACKATHON

L’hackathon (hacker-marathon) è una sfida a squadre, in cui i ragazzi mettono in campo le proprie capacità e conoscenze nelle diverse fasi della realizzazione di un progetto.

Rappresenta uno strumento attuale e divertente per acquisire competenze trasversali utili per il mondo del lavoro – oltre che uno stimolo ad agire e reagire all’attuale situazione di difficoltà.

La partecipazione all’hackathon può dare diritto a crediti PCTO ed è un’esperienza che può certamente configurarsi anche come un percorso di educazione civica, promuovendo la cittadinanza attiva e la partecipazione.

I GRANDI TEMI

Rimini è da sempre città accogliente, aperta al mondo, proiettata nel futuro. Ma in un mondo che cambia velocemente servono idee innovative per assicurare prosperità e benessere per tutti, senza danneggiare il territorio e le sue risorse. Le scienze e le tecnologie, unite alla creatività e alla resilienza, possono diventare un mix vincente.

Ragionando e sognando insieme, potrete costruire le vostre idee per Rimini a partire dal tema della RESILIENZA e concentrandovi su TRE GOALS specifici dell’Agenda 2030!

La sfida è trovare idee e innovazioni per:

garantire a tutti, in particolar modo ai fragili, l’accesso a un’istruzione e a una formazione adeguate alle loro esigenze e al contesto in cui vivono (Obiettivo 4)

colmare il gap di genere, contrastare gli stereotipi che ostacolano le ragazze nella scelta di percorsi scolastici, formativi e professionali dell’area STEAM (Obiettivo 5)

rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili (Obiettivo 11).

I RISULTATI

I partecipanti dovranno realizzare e presentare, entro le otto ore, un progetto che può essere integrato da brevi testi, immagini, mappe interattive e file multimediali. Verrà valutata positivamente la presentazione di business canvas e pitch video.

I teams saranno supportati da coach che li seguiranno durante i lavori, in stanze separate (breaking rooms) su Zoom.

Ogni coach lavorerà con il suo team sulla base di una traccia predefinita, che comporta l’utilizzo di diversi strumenti digitali.