Co-progettiamo It.a.cà 2019

Pubblicato il Pubblicato in Eventi & News

Per il quinto anno consecutivo il territorio di Rimini ospiterà una nuova tappa del Festival It.a.cà, il primo e unico festival in Italia sul turismo responsabile.

Come ogni anno il festival mira a dare risalto e visibilità alle realtà eccellentii del nostro territorio: Rimini, Valmarecchia e Valconca.

Il 7-8-9 giugno Rimini e le sue Valli saranno protagoniste di una nuova tappa del festival che accenderà i riflettori su iniziative, concerti, camminate, workshop e tanto altro dando l’occasione al nostro territorio di mostrarsi a migranti e viaggiatori come un territorio fremente, unico e unito che fa della responsabilità sociale e ambientale la suo innovativa proposta turistica.

Da quest’anno, un piccolo gruppo di persone ha assunto il coordinamento della tappa riminese con l’intento di fare del Festival un progetto di rete sempre più strutturato e ambizioso, con un nuovo approccio sia metodologico che di visione mettendo a disposizione con il proprio lavoro volontario competenze e know-how.

Il 27 febbraio alle ore 17.00 ci incontreremo a Rimini Innovation Square per iniziare a costruire il festival in maniera sinergica, con lavoro” di squadra che porti alla redazione di un calendario di iniziative create co-progettando contenuti, format, modalità di partecipazione, comunicazione e promozione di ogni singolo evento di cui ogni partner deciderà farsi promotore. Una sfida che, se colta, può generare un’occasione unica per il nostro territorio di passare dalle parole ai fatti in tema di turismo responsabile.

Partecipare implica l’essere disposti a co-progettare insieme alla rete di realtà territoriali di It.a.cà un proprio evento che sviluppi i temi del festival in maniera creativa e innovativa seguendo le vocazioni delle competenze e attività che ogni partner incorpora in sé.

L’invito è aperto a Organizzazioni (associazioni, enti, aziende, startup, consorzi, unioni, onlus etc) pubbliche o private che vogliono o ritengono di poter realizzare una iniziativa che nell’ambito del festival trova una reale occasione di partecipazione dal basso contribuendo, nel tempo, a generare e consolidare un approccio responsabile da parte di migranti e viaggiatorinel vivere l’esperienza e il rapporto con i nostri territori e le rispettive comunità.

PARTECIPA